• Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Zone di Protezione Speciale della Sardegna

Isola Serpentara

Isola Serpentara

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
contentmap_plugin

L'isola Serpentara è costituita esclusivamente da rocce del Paleozoico rappresentati da un granito biotitico a struttura porfirica. Le coste del settore occidentale non sono molto ripide, mentre quelle del settore orientale sono più o meno frastagliate e ricche di falesie. La loro morfologia è determinata essenzialmente dal moto ondoso e dall'azione erosiva del vento.

L'importanza fitogeografica è determinata dalla presenza dell'habitat a Juniperus phoenicea subsp. turbinata che ricolonizza, anche se lentamente, il sito. Tra le specie degne di nota si segnala Holcus setiglumis, una graminacea nota in Italia anche per l'isola di Capraia. Altrettanto importante il consistente componente endemico che comprende, tra le altre, Ferula arrigonii e Silene valsecchiae, due specie per le quali Serpentara rappresenta il locus classicus.

La Zona è importante per la nidificazione di specie pelagiche prioritarie per la Direttiva "Uccelli". (Fonte: Rete Natura2000, modificato)

Denominazione: Zona di Protezione Speciale Isola Serpentara

Codice: ITB043026

Coordinate: 39° 08' 26" N - 09° 36' 26" E

Comuni interessati: Villasimius (CA)

Superficie: 134 ettari

Quota minima: 10 m

Quota massima: 54 m

Quota media: 18 m

Regione biogeografica: Mediterranea

Relazione con altre aree protette:

L'isola Serpentara è costituita esclusivamente da rocce del Paleozoico rappresentati da un granito biotitico a struttura porfirica. Le coste del settore occidentale non sono molto ripide, mentre quelle del settore orientale sono più o meno frastagliate e ricche di falesie. La loro morfologia è determinata essenzialmente dal moto ondoso e dall'azione erosiva del vento.
L'importanza fitogeografica è determinata dalla presenza dell'habitat a Juniperus phoenicea subsp. turbinata che ricolonizza, anche se lentamente, il sito. Tra le specie degne di nota si segnala Holcus setiglumis, una graminacea nota in Italia anche per l'isola di Capraia. Altrettanto importante il consistente componente endemico che comprende, tra le altre, Ferula arrigonii e Silene valsecchiae, due specie per le quali Serpentara rappresenta il locus classicus.
La Zona è importante per la nidificazione di specie pelagiche prioritarie per la Direttiva "Uccelli". (Fonte: Rete Natura2000, modificato)


logo

Sardegna Natura è il primo e più ricco portale web dedicato alla natura della Sardegna con l’obiettivo di promuovere le sue straordinarie bellezze naturali.

logoSardegna Natura è il primo e più ricco portale web dedicato alla natura della Sardegna con l’obiettivo di promuovere le sue straordinarie bellezze naturali.

logo

Le nostre community

Vuoi scriverci, darci un consiglio o hai riscontrato un problema su questo sito?

© 2017 A.C. Sviluppo Sostenibile. C.F. 92240180924. Tutti i diritti sono riservati.