• Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Fauna della Sardegna

Aquila reale (Aquila chrysaetos)

Aquila reale (Aquila chrysaetos)

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Nome comune

Aquila reale

Nome scientifico

Aquila chrysaëtos Linnaeus

Nomi sardi

Àbbila, àbile, àcchibi, àgula

Descrizione

L'Aquila reale è un rapace di grandi dimensioni (lunghezza di 75-90 cm e apertura alare di 204-250 cm). L'individuo adulto ha le parti superiori del corpo di colore marrone chiaro e scuro; le parti inferiori hanno la stessa colorazione ma sono presenti anche delle strie trasversali di colore chiaro. La testa è dorata. Il becco è grande, robusto, ricurvo di colore grigio e nero all'apice. L'iride dell'occhio è marrone. Le ali sono grandi, larghe e hanno un piumaggio marrone scuro. Le zampe sono gialle; le dita hanno grossi artigli e le unghie sono nere.
La femmina rimane sempre più grande del maschio. Gli individui giovani invece si distinguono dagli adulti per la presenza di larghe macchie chiare sopra e sotto le ali e sulla coda; il piumaggio è più scuro e la testa con una colorazione marron-ruggine.

Biologia

Durante il corteggiamento, la coppia effettua dei "voli a festoni" o degli scambi di prede durante il volo. In questo periodo il giovane della covata dell'anno precedente viene allontanato dai genitori anche in maniera aggressiva.
Prima della deposizione delle uova, la coppia costruisce/ristruttura il nido con fronde e rami sia secchi che freschi che strappano direttamente dagli alberi con gli artigli. Sembrerebbe che l'utilizzo di rami freschi, oltre che rendere mimetico il nido, serva a segnalare alle altre aquile che quel territorio è occupato. Per la costruzione/ristrutturazione del nido vengono utilizzati anche tronchi con una lunghezza di un metro e mezzo. In Sardegna i nidi vengono costruiti principalmente su pareti rocciose a strapiombo ma alcuni anche sugli alberi.
Vengono deposte 2 uova già a fine febbraio. L'incubazione viene fatta da entrambi i genitori ma principalmente dalla femmina.  Le uova si schiudono dopo 40-45 giorni e l'involo dei giovani avviene dopo 65-75 giorni. Generalmente rimane un solo pullo: quello più forte primogenito uccide il secondogenito più piccolo e debole (fenomeno di "cainismo").
È un animale territoriale: difende la sua parte di territorio che utilizza per la caccia e la riproduzione. Secondo ricerche scientifiche il suo territorio varia da 25-30 kmq a 500 kmq.
La sua alimentazione è differente a seconda della stagione e del territorio in cui si trova. Mangia piccoli e grandi mammiferi che integra, nel periodo più freddo, con carcasse di animali selvatici e domestici. Si nutre anche di uccelli quali gabbiani, corvi e raramente altri rapaci. Per la nutrizione dei pulli caccia soprattutto rettili. Per la caccia, l'aquila  utilizza due tecniche. La prima consiste nell'appostarsi in posti sopraelevati e dopo aver visto la preda, scende in picchiata ad ali chiuse o semi-chiuse e la cattura con gli artigli. La seconda prevede che l'aquila perlustri una vasta area di territorio in volo, e dopo aver avvistato la preda le sia avvicini nascondendosi tra rocce e cespugli per poi sorprenderla.

Ambiente

Predilige zone montane selvagge con pareti rocciose alternate a spazi aperti quali pascoli.
È presente in quasi tutta l'Europa occidentale dove ci sono rilievi di media-alta quota. La si ritrova anche in Asia e America settentrionale.
In Sardegna frequenta tutti i più alti rilievi montuosi come Gennargentu, Supramonte, Monte Limbara, Monte dei Sette Fratelli e in Ogliastra, ma anche zone più collinari solitarie prive di disturbo antropico. La popolazione sarda è di circa 50-55 coppie.

Curiosità

Aquila è il nome latino della specie; chrysaëtos deriva dal greco in greco chrysós, che significa dorata, e aetós, che significa aquila, in relazione al colore della testa dell'individuo adulto.

Aquila reale

Aquila reale

Fotografie di Mauro Sanna

 

Classificazione scientifica

Regno: Animalia

Phylum: Chordata

Classe: Aves

Ordine: Accipitriformes

Famiglia: Accipitridae

Genere: Aquila Brisson

Specie: Aquila chrysaëtos Linnaeus



logo

Sardegna Natura è il primo e più ricco portale web dedicato alla natura della Sardegna con l’obiettivo di promuovere le sue straordinarie bellezze naturali.

logoSardegna Natura è il primo e più ricco portale web dedicato alla natura della Sardegna con l’obiettivo di promuovere le sue straordinarie bellezze naturali.

logo

Le nostre community

Vuoi scriverci, darci un consiglio o hai riscontrato un problema su questo sito?

© 2017 A.C. Sviluppo Sostenibile. C.F. 92240180924. Tutti i diritti sono riservati.