Italian English French German Portuguese Russian Spanish
  • Registrati

Il clima della Sardegna

Il clima della Sardegna

Il clima della Sardegna è tipicamente Mediterraneo. Le temperature presentano un massimo estivo e un minimo invernale, mentre le precipitazioni seguono una tendenza esattamente opposta, concentrandosi in due periodi di massima a fine autunno e in primavera, separati da un periodo moderatamente piovoso.

Le temperature medie annuali vanno dagli 8°C di gennaio ai 25°C di agosto, mentre le precipitazioni annuali variano tra i 400-500 mm del sud-sud-est e i 1000-1500 mm del Gennargentu, Limbara e Catena del Marghine-Goceano. I giorni piovosi dell'anno sono mediamente 70.

Sebbene le aree del sud e le zone costiere orientali siano le zone più aride, gli eventi estremi di precipitazione presentano frequenza e intensità maggiore proprio in queste zone. L'ARPA Sardegna riporta che "il massimo storico si è avuto tra il 15 e il 18 ottobre 1951. In questa occasione in alcune stazioni si sono registrati oltre 1400 mm di pioggia in quattro giorni (quasi quanto in un intero anno!)".

Una caratteristica importante del clima della Sardegna è la frequenza dei venti. Sono rari i giorni privi di vento. Il maestrale e il ponente sono i venti forti che spirano con maggior frequenza e in tutte le stagioni. In estate aumenta la frequenza dei venti dei quadranti meridionali.

Grafico clima Sardegna

 

Il Bioclima della Sardegna

Il bioclima rappresenta le condizioni climatiche in rapporto alle esigenze degli esseri viventi. Esso da informazioni su come gli esseri viventi si distribuiscono sulla superficie terrestre in base alle condizioni climatiche. In genere, gli studi bioclimatologici sono associati alla distribuzione degli organismi vegetali. Temperature e precipitazioni, infatti, influiscono fortemente sulla composizione della vegetazione e sul modo in cui i vari tipi di vegetazione si distribuiscono sul territorio.

La carta bioclimatica della Sardegna, qui sotto rappresentata, è stata realizzata dall'Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente della Sardegna (ARPAS) in collaborazione con il Dipartimento di Scienze della Natura e del Territorio (DIPNET) dell'Università di Sassari e con la Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari e Ambientali di Potenza (SAFE), Università  degli Studi della Basilicata.

La Carta rappresenta una classificazione del bioclima sardo in 43 isobioclimi (o tipi bioclimatici).

L'analisi adottata per il calcolo degli indici bioclimatici è stata effettuata in accordo con la classificazione denominata "Worldwide Bioclimatic Classification System" proposta da Rivas-Martìnez. Sono stati utilizzati dati medi mensili di temperatura minima, massima e media relativi a 68 stazioni termopluviometriche, e dati medi mensili di precipitazione relativi a 203 stazioni pluviometriche.

L'uso di Sistemi Informativi Geografici ha permesso di rappresentare i risultati ottenuti in una serie di elaborati con risoluzione di 40 metri e una carta degli isobioclimi in scala 1:250000.

Gli elaborati e la carta bioclimatica possono essere visualizzati in alta risoluzione sul WebGIS del Dipartimento Meteoclimatico.

La carta qui rappresentata è stata gentilmente concessa per la pubblicazione su Sardegna Natura dall'Agenzia ARPAS e dagli Autori.

Carta bioclimatica della Sardegna

La Carta Bioclimatica della Sardegna è stata realizzata da:  

ARPAS – Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente della Sardegna –  Dipartimento Meteoclimatico, Sassari (Simona Canu Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., Michele Fiori Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., Andrea Motroni Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.); Università degli Studi di Sassari, Dipartimento di Scienze della Natura e del Territorio, Sassari (Emmanuele Farris Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.); Università  degli Studi della Basilicata, Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari e Ambientali, Potenza (Leonardo Rosati Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).  

Rifermento bibliografico: Canu S., Rosati L., Fiori M., Motroni A., Filigheddu R., Farris E. - Bioclimates of Sardinia (Italy). Journal of Maps: in press. - DOI:10.1080/17445647.2014.988187

X

Attenzione!

Gentile utente, i contenuti di questo sito web sono coperti da Copyright (vedi Politiche del sito). Per qualsiasi informazione contattaci utilizzando il nostro modulo contatti.