Blog

" Sa nebidedda" l'origano di Ardauli

"Sa nebidedda" l'origano di Ardauli

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

La pianta aromatica più conosciuta e famosa coltivata storicamente nel Comune di Ardauli (OR), è "sa nebidedda", ingrediente che caratterizza il più famoso dei piatti tipici della cucina ardaulese, "sos culùrzones de patata". Per diverso tempo a questa pianta aromatica sono stati attribuiti diversi nomi, ma si tratta di un origano e precisamente dell'origano meridionale (Origanum heracleotium L.), chiamato da alcuni origano greco. Questa specie cresce spontanea in diverse parti dell'Italia e della penisola balcanica ed è molto apprezzata nella cucina tradizionale. La peculiarità di questo origano è la grande variabilità di chemiotipi esistenti, ossia l'espressione aromatica. La stessa specie infatti può produrre essenze molto diverse in base sia alle caratteristiche del clima e del suolo come pure su base genetica. Queste variazioni biochimiche nella composizione delle essenze, portano alla creazione del concetto di chemiotipo.

Allo stato attuale non esistono degli studi specifici sulla popolazione di origano meridionale e sui chemiotipi presenti in Sardegna, pertanto non è chiaro se, l'origano di Ardauli sia di fatto una specie spontanea oppure una cultivar che viene tramandata da tempi immemori. Generalmente l'olio essenziale dell'origano è caratterizzato principalmente dalla presenza in diverse percentuali di due fenoli, il carvacrolo, che dà il classico aroma dell'origano, ed il timolo. I campioni analizzati dell'origano di Ardauli hanno mostrato che si tratta di un chemiotipo al timolo (circa il 70%), con una bassa concentrazione di carvacrolo (meno dell'1%), per questa ragione per lungo tempo ha creato confusione ed un errata nomenclatura botanica. L'uso tradizionale, che viene fatto di questa pianta nel Comune di Ardauli, è legato principalmente alla preparazione del ripieno dei ravioli di patate. Sebbene questo piatto sia molto diffuso in Sardegna, la ricetta tradizionale ardaulese è l'unica che usa l'origano meridionale come aromatica nel ripieno dove vengono utilizzate quasi esclusivamente foglie fresche che possono essere colte tutto l'anno.

Si ringraziano il Prof. Ignazio Camarda per la determinazione tassonomica e la Prof.ssa Marianna Usai per le analisi fitochimiche.


Bibliografia:
Russo, M., et al. "Essential Oil Chemical Composition of Wild Populations of Italian Oregano Spice (Origanum v ulgare ssp. hirtum (Link) Ietswaart): A Preliminary Evaluation of Their Use in Chemotaxonomy by Cluster Analysis. 1. Inflorescences."Journal of Agricultural and Food Chemistry 46.9 (1998): 3741-3746.
Novak, I., et al. "Study of essential oil components in different Origanum species by GC and sensory analysis." Acta Alimentaria 32.2 (2003): 141-150.


Vuoi contribuire al progetto Sardegna Natura?

logo

Sardegna Natura è il primo e più ricco portale web dedicato alla natura della Sardegna con l’obiettivo di promuovere le sue straordinarie bellezze naturali.

logoSardegna Natura è il primo e più ricco portale web dedicato alla natura della Sardegna con l’obiettivo di promuovere le sue straordinarie bellezze naturali.

logo

Le nostre community

Vuoi scriverci, darci un consiglio o hai riscontrato un problema su questo sito?

Anche noi usiamo i cookie.

Usiamo cookie tecnici e cookie di terze parti per migliorare la tua esperienza di navigazione.
Puoi conoscere i dettagli consultando le nostre Politiche sui cookie.